GRECIA

 

CARATTERISTICHE DEL PAESE
TEMPERATURA AD ATENE (IN °C)
Mesi
G
F
M
A
M
G
L
A
S
O
N
D
Media massima
13
14
15
20
25
30
33
33
29
24
19
15
Media minima
6
7
8
11
16
20
23
23
19
15
12
8

Fuso orario (rispetto all’Italia): +1.

Superficie: 131.957 kmq, 15.021 kmq di coste e 1.500 isole.

Popolazione: 10.500.000 (censimento 1999).

Comunità italiana: 9.000 persone circa.

Capitale: Atene (3.500.000 abitanti circa del comprensorio urbano dell’Attica).

Città principali: Salonicco (1.000.000 ab.), Patrasso (300.000 ab.), Larissa (270.000 ab.), Heracklion (265.000 ab.).

Lingua: La lingua ufficiale del paese e' il greco. Nelle attivita' economiche e commerciali una elevata percentuale di imprenditori e funzionari parla inglese; e' abbastanza noto anche il francese e l' italiano.

Religioni principali: circa il 90% della popolazione professa la religione greco-ortodossa; i musulmani sono circa 160.000 (per la maggior parte di origine turca) e i cattolici 48.000.

Ordinamento dello Stato: la Grecia è una Repubblica parlamentare. Il potere legislativo è affidato a un Parlamento unicamerale, composto da 300 membri eletti ogni quattro anni. Il potere esecutivo è esercitato dal Governo, responsabile di fronte al Parlamento. Il Presidente della Repubblica viene eletto ogni cinque anni dalla Camera dei Deputati.

Il Capo dello Stato e' Kostis Stefanopoulos rieletto nel 2000; Capo del Governo e' Kostas Simitis.

Suddivisione amministrativa: il paese è suddiviso in 13 regioni (periferies) e 52 prefetture (nomi).

Moneta: L' unita' monetaria della Grecia e' la dracma. Dal 1.o gennaio 2001 la dracma fa parte dell' Unione Monetaria Europea con cambio fisso a 340,75 GRD per Euro.

QUADRO DELL'ECONOMIA

Reddito pro capite(2000): 11.800 USD (69% della media europea).

Inflazione (2000) : 2,7%.

Disoccupazione(2000) : 10,4

Tasso di variazione del PIL(2000) : +3,5%

Numero di imprese registrate:

Struttura produttiva: Erede di una nazione di marinai e commercianti, la Grecia contemporanea presenta un' economia di servizi estremamente aperta ai prodotti e agli investimenti provenienti dall'estero. Attualmente il settore terziario rappresenta in Grecia il 67% circa del PIL, con punte di particolare riguardo alle attivita' degli armatori ed al turismo considerati trainanti del settore nel suo complesso. L' agricoltura, caratterizzata dalla presenza di un elevato numero di unita' produttive di piccole dimensioni, e' prevalentemente orientata verso produzioni tipicamente mediterranee (olio di oliva, agrumi, cotone e tabacco) mentre l' industria rappresenta allo stato attuale una componente alquanto marginale dell' economia greca, con produzioni concentrate in quei settori per i quali la Grecia dispone di materie prime (tessile e alluminio) o di un mercato interno sufficientemente sviluppato (cemento e costruzioni in generale).

Materie Prime: L' attivita' mineraria non e' particolarmente sviluppata in Grecia (il contributo alla formazione del PIL e' inferiore all' 1%), sebbene il paese presenti consistenti risorse di lignite (stimate ad oltre 2,5 miliardi di tonnellate) e di bauxite (120 milioni di tonnellate accertate e circa 500 milioni di tonnellate stimate). La Grecia e' inoltre tra i maggiori produttori a livello mondiale di prodotti quali la perlite, la bentonite, la pozzolana e la pietra pomice nonche' di prodotti per l' industria delle costruzioni tra cui in particolare marmo e cemento. Presenti in quantita' rilevanti anche ferro, nichel, rame, uranio, cromo, magnesio ed altri minerali.

Agricoltura: Nonostante la contrazione degli ultimi anni, l' agricoltura conserva un ruolo importante nella struttura economica della Grecia, contribuendo alla formazione del PIL in misura nettamente superiore alla media degli altri paesi europei ed occupando oltre il 20% della forza lavoro complessiva. Le produzioni piu' importanti dell' agricoltura greca - fortemente condizionata dalla morfologia del terreno, prevalentemente montuoso (si calcola che solo una percentuale inferiore al 30% sia coltivata) - sono quelle tradizionali di olio, uva e vino : la Grecia possiede infatti l' estensione di ulivetti maggiore del mondo mentre la vite e' utilizzata oltreche' per la produzione di vino, per la produzione di uva passa ( di cui la Grecia e' il principale produttore al mondo). Altre produzioni di rilievo riguardano i cereali (frumento ed orzo), la barbabietola da zucchero, il cotone ed il tabacco. Misto di arcaismi e di modernita', l' agricoltura greca (tra la meno efficienti dei paesi dell' Unione Europea) ha beneficiato a partire dagli anni '80 di un ampio processo di modernizzazione (estensione dei fondi, formazione di cooperative, progressi nell' irrigazione) che, associato ad una politica di prezzi garantiti ed alla presenza di sbocchi sicuri sul mercato comunitario ha consentito di elevare il reddito del settore, migliorandone l' efficienza e la produttivita'.

Industria: Fortemente condizionato dalla scarsa incisivita' dell' iniziativa locale, il settore industriale_ in Grecia e' da considerarsi di modeste dimensioni in rapporto agli standard europei: la maggior parte delle imprese greche e' di piccole dimensioni (oltre il 90% impiega meno di 10 dipendenti, mentre meno dello 0,5% impiega piu' di 100 dipendenti). Il settore inoltre presenta un elevato grado di concentrazione, con la maggior parte delle industrie localizzate pei pressi di Atene, Patrasso e Salonicco, nonostante la politica di incentivi da parte del governo a favore della decentralizzazione delle attivita' manifatturiere ( una politica frenata dallo scarso livello delle infrastrutture regionali). Nell' ambito dell' industria manifatturiera, i settori "tradizionali" sono i piu' sviluppati ed efficienti: tessile, cuoio, alimentari (18,8% della produzione industriale complessiva), bevande e tabacco rappresentano oltre il 50% della produzione industriale. Seguono il settore della metal lurgia, dei mezzi e attrezzature di trasporto, della chimica ecc. sebbene tali produzioni si rivelino non particolarmente competitive a causa del modesto livello tecnologico. L' esistenza di fronteggiare la concorrenza dei paesi dell' Europa dell' Est e del Sud Est Asiatico da un lato, nonche' l' integrazione economica con i paesi dell' Unione Europea sta tuttavia determinando progressivamente l' abbandono delle produzioni a basso contenuto tecnologico e a basso valore aggiunto, anche al fine di compensare la crescita dei costi salariali e di produzione.

Servizi: Come e' facilmente immaginabile per una economia in fase di sviluppo, i servizi hanno registrato una crescita sostenuta nel corso degli ultimi anni, fino a rappresentare oggi oltre il 67% del PIL della Grecia. In particolare, il turismo costituisce una delle risorse piu' significative della Grecia.

Infrastrutture: Lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto e comunicazione costituisce una delle priorita' per il governo nazionale: il sistema dei trasporti e' infatti vitale per il commercio, sopratutto laddove di consideriche la Grecia e' l'unico paese dell' Unione Europea ha non avere un confine in comune con uno degli altri paesi membri nonostante circa i 2/3 dei suoi scambi con l'estero si svolgano con partner UE. La rete stradale si estende per circa 38.605 km, di cui circa 9.255 km di autostrade e 29.350 km di strade provinciali;la rete stradale e' tuttavia in pieno sviluppo, con la realizzazione di due nuovi collegamenti autostradali sulle direttrici Patrasso - Atene - Salonicco e Kipi (al confine con la Turchia) - Salonicco. Il sistema ferroviario, si sviluppa per circa 2.500 km interamente controllati dalla compagnia statale Hellenic Railways Organisation (OSE). Il livello del servizio ( passeggeri e merci) e' tuttavia mediocre sebbene rilevanti investimenti siano previsti per migliorarne l' efficienza, in particolare lungo le direttrici Atene - Salonicco, Atene - Corinto e lo sviluppo della rete del Pelopponeso; e' in corso di ultimazione inoltre la costruzione di due nuove linee metropolitane ad Atene ad integrazione di quelle gia' esistenti. Quale testimonianza di un passato recente di commerci marittimi, la Grecia dispone di oltre 444 porti, 123 dei quali abilitati al traffico merci o passeggeri; i principali porti sono quello del Pireo ed il Porto di Salonicco, sebbene anche i porti di Patrasso e Candia rivestano una particolare importanza. Il trasporto aereo,infine, fa capo agli oltre 39 aeroporti internazionali presenti nel paese, prevalentemente ( circa 2/3) dislocati sulle principali isole. L' aeroporto di Atene (Hellenikon) e' il principale aeroporto in termini di traffico complessivo, sebbene un nuovo aeroporto sia in fase di realizzazione a Spata ( sara' parzialmente operativo a partire dal 2001). La compagnia di bandiera e' la Olympic Airways, nazionalizzata nel 1975 e che puo' contare su oltre 60 mezzi, la meta' dei quali di ridotte dimensioni ed utilizzati dalla compagnia per i voli locali, la Olympic Aviation.

COMMERCIO ESTERO (1999)

La Grecia presenta una bilancia commerciale strutturalmente deficitaria con un tasso di copertura delle importazioni sensibilmente inferiore al 50%; lo squilibrio commerciale viene in parte riequilibrato con rilevanti introiti provenienti dalle partite invisibili ( in particolare turismo e trasporti marittimi).
INTERSCAMBIO DEL PAESE (1999 – milioni di euro)
 
Bilancia commerciale
Interscambio con l’Italia
Export
9.426
1.277
Import
25.494
3.930
Saldo
- 16.068
- 2.653
INTERSCAMBIO DEL PAESE (Genn.-Giug. 2000-milioni di euro)
 
Bilancia commerciale
Interscambio con l’Italia
Export
5.763
544
Import
14.923
2.001
Saldo
- 9.160
- 1.457

Principali prodotti importati: (sul totale delle importazioni): prodotti industriali e attrezzature (65%), prodotti alimentari (13%), prodotti chimici, plastica (13%)

Principali prodotti esportati: (sul totale delle esportazioni): prodotti industriali e attrezzature (48%), prodotti alimentari (22%), minerali, combustibili, prodotti del petrolio (9%).

Principali partner commerciali: Germania, Italia, Francia, Gran Bretagna, USA, Olanda, Spagna.

Fornitori: Italia, Germania, Francia, Gran Bretagna, Olanda, USA, Giappone, Spagna.

Clienti: Germania, Italia, Gran Bretagna, USA, Francia, FYROM, Cipro, Bulgaria.

Circa il 60% dell' interscambio commerciale della Grecia si svolge con i Paesi dell' Unione Europea. Italia e Germania rappresentano i principali partner commerciali del paese, seguiti dalla Francia e dalla Gran Bretagna: questi quattro paesi rappresentano oltre il 2/3 dell' interscambio commerciale complessivo della Grecia. Tuttavia gli scambi con i paesi dei Balcani sono in costante crescita e nel primo semestre del 2000 e' arrivato a coprire il 20% circa.

INTERSCAMBIO CON L' ITALIA (1999)

Valore complessivo dell' export italiano: 3.930 milioni di euro

Principali voci dell' export italiano: autoveicoli e veicoli vari; articoli e materiali plastici; motori, elettrodomestici e articoli elettrici; ghisa, ferro ed acciaio; abbigliamento e maglieria; mobili; carta e cartone; calzature.

Valore complessivo dell' import italiano: 1.277 milioni di euro.

Principali voci dell' import italiano: oli e grassi; pesci e crostacei; alluminio e prodotti; cereali; cotone e filati ; combustibili e oli minerali; abbigliamento e maglieria; ghisa, ferro e acciaio; rame e prodotti; cemento, gesso, calce.

Posizione della Grecia tra i clienti: 11

Posizione della Grecia tra i fornitori: 26

NOTIZIE PER L'OPERATORE

Sistema bancario: In applicazione delle direttive comunitarie, il sisteme bancario e finanziario e' stato progressivamente liberalizzato. Attualmente, il sisteme bancario greco e' caratterizzato dalla presenza della Banca Centrale ( la Banca di Grecia) e di circa trenta banche commerciali, di investimento e di cooperative locali. Le principali banche sono la Banca Nazionale, la Banca Commerciale, l'Alpha Credit Bank, la Banca del Pireo, la EFG Eurobank, la Banca dell' Agricoltura.
TASSI DEBITORI
Tassi d’interesse per prestiti alle imprese
11,3% (ottobre 2000)
Tassi d’interesse per prestiti acquisto beni di consumo
15% (ottobre 2000)

Principali finanziamenti e linee di credito: la Legge 2601/98 regolamenta gli investimenti nel paese. La legge offre importanti incentivi per gli investimenti in Grecia. La percentuale degli aiuti dipende dalla zona nella quale le imprese vogliono investire. Il territorio e’ diviso in quattro zone (A,B,C,D,). Per la Zona A non e’ previsto nessun incentivo; per la Zona B incentivi del 15%; per la Zona C incentivi del 30% e per la Zona D incentivi del 40%.

Sistema fiscale : Il sistema fiscale greco prevede la distinzione tra imposte dirette ed indirette. Tra le imposte dirette rientrano l' imposta sul reddito delle persone giuridiche, che prevede una aliquota unica pari al 35% del reddito imponibile ( 40% per le societa' non quotate in borsa e per le filiali di imprese straniere) e l'imposta sul reddito delle persone fisiche con aliquote progressive variabili dal 5% (oltre 2.400.000 di dracme) al 45% (oltre 17.000.000 di dracme).

Il reddito delle persone fisiche derivante da proprieta' immobiliare e', inoltre, assoggettato ad una "surtax" del 3%.

Fra la Grecia e l' Italia e' stato sottoscritto protocollo bilaterale per evitare la doppia imposizione fiscale.

Tra le imposte indirette, la principale imposta prevista dal sistema fiscale greco e' l' imposta sul Valore Aggiunto.

L' aliquota standard e' del 18% con due eccezioni:

  • un' aliquota ridotta pari al 4%, applicata su giornali, periodici, libri e prodotti editoriali
  • un' aliquota ridotta pari all' 8% su beni e prodotti considerati di prima necessità

L' aliquota inoltre e' ridotta del 30% su beni e servizi forniti da/a soggetti IVA residenti in una delle isole del mar Egeo.

Su un limitato numero di prodotti ( alcuni prodotti agricoli, tabacco, prodotti petroliferi, veicoli, alcolici, ecc.) sono applicate imposte sui consumi variabili da un minimo del 10 ad un massimo del 150% sul valore del bene (tali imposte possono superare anche il 200% per auto di grossa cilindrata).

Investimenti esteri: Nel quadro della politica di sviluppo e di crescita economica, la Grecia mantiene un atteggiamento positivo nei confronti degli investimenti esteri, riservando agli investitori stranieri il medesimo trattamento accordato agli investitori nazionali. Si tratta pertanto di un regime altamente liberale ( non e' necessaria alcuna autorizzazione preventiva ne dichiarazione di investimento), completato nel 1994 dalla quasi completa liberalizzazione dei movimenti di capitale.

Cio' premesso, il quadro normativo di riferimento in materia di investimenti esteri e' rappresentato dal Decreto Legislativo 2687 del 1953 sugli " investimenti e la protezione dei capitali provenienti dall' estero"; tale decreto rappresenta l' atto normativo di riferimento per l' investimento estero, offrendo ampie garanzie agli investitori stranieri contro eventuali nazionalizzazioni o modifiche del quadro di riferimento e garantendo la possibilita' di trasferire capitali, profitti ed interessi all' estero.
FINANZIAMENTI AGEVOLATI (SIMEST)
Agevolazione dei crediti all‘esportazione
Dlgs. 143/98 (già Legge 227/77 „Ossola“)
Per ulteriori informazioni si vedano le pagg.

Parchi industriali e zone franche: In Grecia esistono 24 Zone Industriali. Zone franche per l'immagazzinamento e la trasformazione dei prodotti esistono in quasi tutti i porti che hanno movimentazione internazionale di merci. Il porto di Salonicco ha una zona franca utilizzata da alcuni paesi balcanici.

COSTO DEI FATTORI PRODUTTIVI:

Manodopera: la giornata lavorativa è di 8 ore per 40 ore settimanali. Lo stipendio minimo lordo garantito (comprensivo degli oneri fiscali a carico del datore di lavoro) per un impiegato e’ di 660 USD, mentre per un operaio dell’industria e’ di 700 USD.
ELETTRICITA’
elettricità
US$ 0,053 per Kw/h

Prodotti petroliferi: 0,33 US $ per litro di gasolio
PRINCIPALI FIERE INTERNAZIONALI NEL 2001
Fiera
Settore
Periodo
Luogo
32a XENIA arredamenti per le imprese turistiche 26 - 29 gennaio Atene
17a AGROTICA
macchine agricole
30 gennaio - 4 febbraio
Salonicco
18a INFACOMA
edilizia
15 - 18 febbraio
Salonicco
26a MARMIN
marmo, minerali
15 - 18 febbraio
Salonicco
3a KEM Franchising 16 - 19 febbraio Atene
23a FURNIDEC
Mobili
15 -19 marzo
Salonicco
8a FURNIMA
macchine per mobili
15 - 19 marzo
Salonicco
1a METALLON macchine per la lavorazione dei metalli 9 - 13 maggio Atene
8a ALIIA pesca e acquacoltura 7 - 10 giugno Atene
66a FIERA CAMPIONARIA
Multisettoriale
2 - 11 settembre
Salonicco
14a INFOSYSTEM
Informatica
28 settembre - 1 ottobre
Salonicco
15a KOSMIMA
gioielleria, orologeria
13 - 16 ottobre
Salonicco
16a PHILOXENIA
Turismo
2 - 5 novembre
Salonicco

Organizzazione sindacale: in Grecia vi è un numero elevatissimo di organizzazioni sindacali: ciascuna di esse è libera di trattare con le controparti, ma sempre nell'ambito del contratto collettivo negoziato e concluso dalla Confederazione Generale dei Lavoratori Greci (GSEE).

INDIRIZZI UTILI

Nel paese:

AMBASCIATA D'ITALIA:

10674 Atene - Odos Sekeri, 2 - tel: 00301-3617260 e 3617273/4/5 fax: 00301-3617330.

CONSOLATI ITALIANI:

54644 Salonicco - Odos Papanastasiou 90 - tel: 003031-934000, 903431 fax: 003031-902990. Consolati: 11528 Atene - Odos Meandru 19 - tel: 00301-7249117 fax: 00301-7232739. Patrasso - Odos Aratou 9 - tel: 003061-273361 fax: 003061-272294.

ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA:

10433 Atene - Odos Patission, 47 - tel: 00301-5229294/5235630 fax: 00301-5223787. Salonicco - Odos Fleming 1/a - tel: 003031-843868, 857155 fax: 003031-812057. http:// www.users.otenet.gr/~italcult/

FILIALI DI BANCHE ITALIANE:

Banca Commerciale Italiana (ufficio di rappresentanza): 3 Mitropoleos Street, 105 57, Atene - tel: 00301-3246014 fax: 00301-3234125. Istituto di San Paolo di Torino , Atene - tel: 00301-3390240 fax: 00301-3614626.

ALITALIA:

Atene: 577 Vouliagmenis Ave. - 164-51 Argyroupoli - tel: 01-9959220 fax: 01-9959125; Salonicco: Leoforos Nikis 9A – tel.: 031-257707 – fax: 031-257713

COMPAGNIA AEREA NAZIONALE:

Atene: Olympic Airways - Avenue Sygrou 100 - tel: 00301-9292111 fax: 00301-9219933; Salonicco: Kountouriotou 1-3 – tel.: 003031-260121, fax: 003031-530816. http://www.olympic-airways.gr

ORGANIZZAZIONI INDUSTRIALI:

Associazione industriali greci (SEB) - Atene - tel: 00301-3237325.

Associazione Industriali Grecia del Nord (SBBE) – Salonicco – tel.: 003031-539817, 539682, http://www.sbbe.gr

Associazione commercianti - tel: 00301-3221805.

Associazione Esportatori Grecia del Nord - Salonicco - tel: 003031-535333, http:// www.seve.gr

Istituto Nazionale per il Commercio Estero (OPE) - Atene - tel: 00301-9952068 fax: 00301-9915655.

In Italia:

AMBASCIATA DI GRECIA

(Cancelleria e Ufficio stampa) 00198 Roma - Via Mercadante 36 - tel: 06-8558589/8549630 fax: 06-8415927 tlx: 610416 AMGROM. Sezione consolare: 00197 Roma - Via delle Tre Madonne 18 - tel: 06-802030. Sezione Commerciale: 00198 Roma - Via Liegi 12 - tel: 06-8552930 fax: 06-8540009.

CONSOLATI GRECI:

20121 Milano - Via Turati 6 - tel: 02-653775. 80122 Napoli - Viale Gramsci, 5 - tel: 081-7611075, Venezia, Torino, Trieste.

INFORMAZIONI UTILI

Formalità doganali e documenti di viaggio:

per entrare in Grecia valgono le norme dell’Unione Europea (passaporto o carta di identità).

Corrente elettrica: 220/380 V, 50 Hz.

Giorni lavorativi ed orari:

UFFICI PUBBLICI: lunedì-venerdì: 7.30-14.30,

BANCHE: 7.45-15.30 (lunedì-venerdì; il venerdì dalle 7.30 alle 15.00);

NEGOZI orario continuato e orario spezzato;

RISTORANTI: orario libero.

Giornali:

Ta Nea http://www.ta-nea.dolnet.gr,

Eleftherotipia http://www.enet.gr

Exoussia, Ethnos, Eleftheros Tipos, Apogevmatini,

To Vima http://www.tovima.dolnet.gr

Kathimerini http://www.kathimerini.gr,

Makedonia, Aghelioforos, Thessaloniki.

Giornali di Economia:

Naftemporiki http://www.naftemporiki.gr,

Kerdos, Imerissia, Ependytis, Express.

Alberghi:

cat. lusso (in US$) singola 165 - doppia 195; 1° cat. singola 116 - doppia 153. http://www.all-hotels.gr

Assistenza medica:

i cittadini italiani possono avere assistenza medica gratuita se sono in possesso del modulo E111 (I), rilasciato dalle autorità sanitarie della città di residenza. Il numero telefonico del Pronto Soccorso è 166.

Mezzi di trasporto per l’aeroporto:

l'aeroporto di Atene dista circa 17 km dal centro città, l’aeroporto di Salonicco dista circa 15 km dal centro città. I collegamenti sono garantiti da un servizio regolare di autobus e di taxi.

LINKS RIGUARDANTI LA GRECIA

ECONOMIA E FINANZA

TURISMO E VIAGGI

INFORMAZIONI GENERALI

http://www.robby.gr

http://www.mixer.gr

http://www.webindex.gr

http://www.gr-indexer.gr

http://www.pathfinder.gr

http://www.phantis.com

http://www.anazitisis.gr

http://www.findlink.gr

http://www.toxo.com

http://www.thea.gr

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-ELLENICA DI ATENE

Odos Ventiri 5 - 11528 Atene

tel: 00301-7213209 fax: 00301-7213212

e-mail: info@Italia.gr - Internet: www.italia.gr, www.otenet.gr/

orario per gli operatori: 9.00-14.00.

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-ELLENICA DI SALONICCO

Indirizzo: Papanastasiou 90 – 54644 Salonicco

tel: 0030/31/951272 – tel. & fax: 0030/31/951542

e-mail: camerait@spark.net.gr

Sito Internet: www.italchamber.gr

orario per gli operatori: 8.00 – 16.00

PRESIDENTE : Christos Sarantopulos

SEGRETARIO GENERALE : Costanzo Raimondo

QUOTA ASSOCIATIVA : Persone fisiche, snc, sas: 30.000 dracme; S.r.l.: 40.000 dracme; S.p.A.: 50.000 dracme; Soci sostenitori: 100.000 dracme; Ditte italiane: 300.000 lire.

Principali attività del 2001:

La Camera di Commercio Italo-ellenica di Salonicco nell’ambito delle proprie attivita’ e per incrementare sempre piu’ le opportunita’ di affari e di incontri tra imprese italiane e greche si propone di svolgere nel 2001 il seguente programma che si concretizzera’ sulle seguenti direttive:

  • la promozione dei prodotti tramite l’organizzazione di partecipazioni in fiere settoriali di interesse internazionale che si svolgono a Salonicco;
  • l’informazione e il sostegno per le iniziative imprenditoriali

PROMOZIONE DEI PRODOTTI

Nell’anno 2001 sono previste le organizzazioni di spazi espositivi per prodotti italiani alle seguenti fiere elleniche:

AGROTICA (Fiera dell’Agricoltura) 31 gennaio – 04 febbraio 2001

INFACOMA (Fiera dell’Edilizia) 15 – 18 febbraio 2001

DETROP (Fiera degli Alimenti e delle Bevande) 02 – 05 marzo 2001

FURNIDEC (Fiera del Mobile) 15 – 19 marzo 2001

FIERA INTERNAZIONALE DI SALONICCO 08 – 16 settembre 2001

INFORMAZIONE E SOSTEGNO PER LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI

L’attivita’ della Camera in questo settore sara’ orientata principalmente verso l’informazione per le imprese.

L’informazione comprendera’: l’attivita’ editoriale, la strutturazione dello sportello per l’internazionalizzazione “Globus”, il perfezionamento e aggiornamento mensile del web camerale e la creazione di punti “Infodesk” Italia della Camera all’interno delle piu’ importanti fiere settoriali di Salonicco.

- L’attivita’ editoriale prevedera’ la stampa di tre numeri della rivista “NOTIZIE ITALO-ELLENICHE”, della Guida alle Fiere In Italia e in Grecia e alla stampa di un Repertorio delle Imprese Commerciali dove saranno catalogate societa’ greche di distribuzione e di acquisto. (copie possono essere richieste gratuitamente)

- Lo Sportello Internazionalizzazione “Globus” colleghera’ la Camera al network delle CCIAA nazionali e delle CCI estere e facilitera’ le collaborazioni a livello locale, nazionale e internazionale con le imprese ed i soggetti legati ad azioni di internazionalizzazione.

- Il perfezionamento e aggiornamento mensile del sito camerale www.italchamber.gr . Nel sito verra’ creato un repertorio chiamato “web shopping”, dove verranno catalogati societa’ che effettuano il commercio elettronico.

- I punti “Infodesk” Italia saranno creati all’interno delle fiere Agrotica, Infacoma, Detrop, Furnidec, Sportexpo, TIF, Kosmima, Philoxenia e avranno il compito di fornire aiuto e sostegno alle imprese presenti in fiera per ricerche di mercato, ricerca di partners, incontri mirati e svolgimento di work shop. Inoltre saranno effettuati incontri con espositori per registrare la disponibilita’ delle loro imprese ad avviare rapporti commerciali con corrispondenti imprese italiane.

Inoltre saranno inviati con una frequenza settimanale, new letter, notiziari, ecc., in modo da fornire un aggiornamento continuo ai soci e alle imprese italiane e greche interessate all’interscambio commerciale.

Nel 2001 la Camera di Commercio Italo-ellenica di Salonicco, nel ruolo sempre piu’ importante a cui e’ chiamata a rispondere, procedera’ al miglioramento del suo assetto operativo procedendo alla richiesta della Certificazione ISO 9001 – 2000.

Top